Home Articoli Acquada si trasferisce a Milano in zona Navigli

Acquada si trasferisce a Milano in zona Navigli

by Matilde

Il ristorante Acquada (in dialetto “acquazzone”) ha aperto le porte sulla piazza Milanese, trasferendosi da Porlezza sul Lago di Lugano, per accogliere una nuova sfida.

Il cuoco (e chef) Tano Simonato ha presentato la nuova location di Acquada in via Villoresi 16 a Milano, nelle vicinanze del Naviglio Grande, che occupava precedentemente il suo ristorante ora traslocato in via Petrarca 4, zona Cadorna.

Perché crediamo molto in questo ristorante? Sara Preceruti, premiata come Miglior Chef Donna dalla Guida di Identità Golose (2013),  ha dimostrato negli anni un immenso talento, così come confermato da Tano Simonato. La nuova location rappresenta un cambiamento strategico ed importante per la carriera, così come un nuovo inizio.

Nel ristorante troviamo appese delle foto (scattate in esclusiva da Massimo Picchieri) con scorci di Milano fotografati attraverso il riflesso delle pozzanghere (La Scala di Milano, il Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele, Santa maria delle Grazie…).  Questi riflessi di immagini al contrario (che richiamano anche il nome del ristorante) vogliono dare alla sua cucina e al suo modo di vedere il cibo una svolta. A testa in giù per dare un nuovo senso alla mia cucina.

acquada ristorante milano

Il Ristorante apre ufficialmente le porte al pubblico venerdì 20 Dicembre 2019 e la sua cucina rimane quella caratterizzata da forti contrasti, un gioco di equilibri, consistenze e temperature.

“Qui posso esprimere completamente me stessa”, afferma.

La scelta del menù sarà sì stellato e raffinato ma con una qualità prezzo apprezzabile. L’intenzione iniziale è quella di 35 coperti, con menù dedicati per il lunch comprensivi di business lunch. Tra il suo staff anche Lorenzo Cantoni, chef che dal suo Borgo Pulciano, un meraviglioso resort nel cuore della campagna umbra, si è trasferito anch’esso a Milano per assisterla in questa nuova avventura.

acquada ristorante milano

In questa foto un assaggio del risotto cotto con acqua alla salvia, cavolini di Bruxelles, sfera di pera e gocce di yogurt.  Si prosegue con una cassoeola di moscardini su crostone di polenta bianca e zeste di pompelmo glassata per concludere con un crumble di noce moscata , crema al caffè, morbido di cioccolato e sfera di mela.

Vi invitiamo a scoprire di più sul sito internet Acquada.com

acquada ristorante milano

cassoeola di moscardini su crostone di polenta bianca e zeste di pompelmo glassata

acquada ristorante milano

crumble di noce moscata , crema al caffè, morbido di cioccolato e sfera di mela.

acquada ristorante milano

Sara Preceruti, talentuosa chef classe 1983

Sara Preceruti, talentuosa chef classe 1983, a soli 28 anni ottiene la sua prima Stella Michelin alla Locanda del Notaio, grazie ad una cucina che esalta ingredienti semplici e accostamenti interessanti, soprattutto fra dolce e salato. Nel 2013 vince il premio Miglior Chef Donna della Guida Identità Golose consolidando la Stella Michelin.

Nel 2015 è tra i dodici giovani chef selezionati da Carlo Cracco protagonisti degli eventi presso l’ex convento dell’Annunciata ad Abbiategrasso (Mi) in collaborazione con l’Ambasciata del Gusto

You may also like

Leave a Comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: