Brunch da Cocotte Milano

Milano la domenica mattina è totalmente deserta ed il perché è presto detto. I milanesi amano fare il brunch e sempre più ristoranti offrono questa formula grazie alla quale è spesso possibile pranzare dalle 11 fino alle 16 del pomeriggio. Ogni brunch ha i suoi orari e regole; da Cocotte Milano come in qualsiasi altro posto di Milano è necessario prenotare per assicurarsi un posto a sedere.

Come funziona e che formula hanno?

Per il prezzo di 18 euro è possibile scegliere uno tra i piatti principali messi a disposizione sulla carta. Alcuni sono anche dolci (come i pancakes) e potrete quindi fare un brunch esclusivamente dolce anche se ve lo sconsigliamo se non volete avere un picco di zuccheri nel sangue 🙂 Il mio consiglio è comunque di provarli e di chiedere quindi se fosse possibile ordinare piatti extra.

La formula sembra essere abbastanza conveniente ma a parer mio il prezzo è adeguato all’offerta proposta (andando a pagare per ogni elemento incluso quindi):

  • 1 piatto dal menù (le porzioni sono quelle che vedete qui sotto quindi molto piccole)
  • 1 bicchiere di spremuta di arancia o di centrifugato (selezione dal menù)
  • 1 bicchierino di prosecco
  • 1 caffè a fine pasto (solo caffè, qualsiasi variante non è prevista)
  • 1 dolce (fetta di torta)

Mi perdonerete per delle foto così brutte ma quel giorno ero totalmente presa dalla fame!

Nella seconda foto potete vedere il piatto con pancakes e salmone affumicato.

I dolci sono molto abbondanti e particolari. Quello con il mascarpone a fine giornata era terminato e vado quindi a presupporre che fosse il più buono. A seguire sicuramente la cheese cake che vista la grande richiesta era stata appena sfornata.

Torta pere e cioccolato e nella seconda foto la cheese cake smangiucchiata.

Chi o cosa è Cocotte

In disparte, rispetto alla caotica via commerciale di Corso XXII Marzo, Cocotte Milano si propone come uno spazio gentile e suggestivo, dove trovare cordialità, lentezza, genuinità e fantasia.

La cocotte, una mini terrina in ghisa dove cucinare gustose pietanze monoporzioni, è la protagonista indiscussa di questo nuovo concept-bar. Il menù, divertente e creativo, spazia dal pollo ai lamponi allo speziato cous-cous, dalla lasagnetta fatta in casa al soufflé di cioccolato o alle uova in cocotte del brunch. Queste cocotte sono disposte tutte sul banco mescita, concepito come un tavolo da lavoro della cucina della nonna. E della nonna vuole evocarne anche la genuinità delle ricette e la calda atmosfera casalinga, nelle lampade in coccio e porcellana, nei quadretti disposti alle pareti, negli utensili appesi e nelle credenze e nei suppellettili sparsi negli arredi dal gusto antico.

Leave a comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: