Il Caffè Fernanda della Pinacoteca di Brera

Dedicato a Fernanda Wittgens, prima donna italiana a diventare direttrice di un museo; la Pinacoteca di Brera.

La prima domanda che sorge spontanea a tutti coloro che volessero visitare questo posto è: Ma dove si trova?

Google maps dice una cosa, altri siti dicono… anzi non dicono nulla!

Ma perché saltare una parte fondamentale della caccia al tesoro di questo luogo? Ebbene, dove si trova il Caffè Fernanda?

Il titolo lo suggerisce; alla Pinacoteca di Brera. Si, ma dove? Nessun cartello, nessuna indicazione, nulla che lasci sperare nella presenza del Cafè. Appena entrati nel cortile dell’accademia salite per le scale e troverete il cafè non davanti a voi ma nascosto sulla destra. Anche in questo caso nessun cartello ad indicarne la presenza. Ecco come riconoscerlo:

 

Ho trovato l’ambiente un po’ freddo ma sicuramente di grande impatto, soprattutto per quanto riguarda la zona barman. Molto piacevole anche il fatto che abbiano posizionato dei tavolini all’esterno affacciati sull’accademia di Brera. Il personale non sembra essere molto preso da chi passa da queste parti perché sicuramente vede passare tante persone che finiscono il giro alla Pinacoteca di Brera e danno un’occhiata al cafè.

Non proprio un’accoglienza calorosa, ma ragazzi, siamo nel caffè di un museo!

Si ma cosa si mangia? Cosa offrono? Purtroppo anche io, come i tanti visitatori, non ho trovato questo luogo quello ideale per fermarmi e sono passata per qualche scatto. A giudicare dai pareri di Tripadvisor però il locale non gode di una fama positiva in quanto i tavolini sembrano non essere puliti con minuzia e, grave mancanza, l’impossibilità di utilizzare il bagno, dal momento che per farlo ti serve il biglietto del museo.

Ps: alla Pinacoteca di Brera ci sono altri bagni all’interno della struttura vicino alle aule ma non ricordo se fossero per i soli studenti…

Il caffè? 2€ con servizio al tavolo.

Cosa si può mangiare?

Da una recente recensione “Un toast striminzito e un’insalata insignificante serviti alla rinfusa prima di apparecchiare la tavola e di portare da bere.”

Insomma, il cafè sembra essere un mero specchietto per le allodole che visitano la Pinacoteca e la mancanza di indicazioni verso questo locale potrebbe essere quindi giustificabile.

Leave a comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: