Home Articoli Cosa vedere in Polonia: la terra sottovalutata

Cosa vedere in Polonia: la terra sottovalutata

by Matilde

La Polonia è spesso un Paese sottovalutato, conosciuto per le atrocità di cui è stato testimone nel ‘900. Ma a differenza di quello che comunemente si pensa, ossia che sia un posto grigio, cupo e triste, questa terra è vivace, allegra, colorata e piena di sorprese!
Proprio per il suo essere rimasta in ombra a lungo, questa terra è poco conosciuta e ancora tutta da esplorare, assieme alle sue città e alle sue attrazioni.

Varsavia

Essendo capitale della Polonia, Varsavia è una delle mete più conosciute e visitate dai pochi turisti che mettono piede sul Paese.
Dal carattere allegro e vivace, questa città sa come sorprendere i visitatori, soprattutto quelli che camminano tra le strade della Città Vecchia, talmente importante da essere divenuta Patrimonio dell’UNESCO.
Tra i vicoli dello Stare Miasto, ammaliante, e della capitale riecheggiano le note di Chopin, molto importante nella cultura polacca. Infatti, proprio per questo, non potete assolutamente perdervi di partecipare ad un concerto in cui vi immergere nella sua musica.
Tra le altre attrazioni ed escursioni che non possono mancare nel vostro viaggio a Varsavia ci sono il Castello Reale, la piazza centrale Rynek Starego, il Parco Lazienki, il Palazzo della Cultura e della Scienza, il quartiere Praga puntellato dalla street art, la fortezza Barbacane, il ghetto Ebraico e una passeggiata sul lungofiume della Vistola, il fiume che percorre gran parte della Polonia e che vi accompagnerà nel vostro tour!

Danzica

15 euro, tre ore e venti di treno da Varsavia e sarete approdati a Danzica, imperdibile luogo della Polonia!
Tra le sue strade colorate e vivaci si respirano felicità e spensieratezza. Ristoranti e negozi costellano il centro città attorno cui è costruita tutta la cittadina.
Da non perdere sono la Basilica di Santa Maria, lo European Solidarity Center, il Museo della II Guerra Mondiale, l’Ulica Dluga, la Mariacka street, la Fontana del Nettuno e il Dlugi Targ.

Long Market

Poznan

Un’altra meta da non saltare assolutamente in Polonia è Poznan, la città delle due capre, chiamata così per una leggenda che la vede protagonista.
Il centro città è colorato, vivace e allegro. Nel suo mezzo sorge Old Market Square con il suo municipio in stile Rinascimentale.
Sulla Torre dell’Orologio del Municipio, a mezzogiorno le campane suonano e da una piccola finestra escono due capre che iniziano a scornarsi in onore del soprannome di cui gode grazie alle antiche storie.

Breslavia

Situata sulle rive del fiume Older, Breslavia è raggiungibile da Poznan in circa due ore e mezza di viaggio in treno e un costo di 10 euro.
Incentrata e costruita attorno alla Piazza centrale del Mercato, su cui si affacciano le case dai colori vivaci che caratterizzano la Polonia, questa città è eclettica e grande.
Alcune delle sue principali attrazioni sono le casette di Hansel e Gretel, l’Università con il suo Museo e le sale barocche, le statue in bronzo di gnomi (motivo per cui è anche chiamata “Città degli gnomi”) e la Cattedrale di Santa Maria Maddalena con il Ponte dei Penitenti.

Auschwitz e Birkenau

Come già tutti saprete questi due siti sono dedicati alla memoria delle vittime della Shoah e sono luoghi incredibilmente ricchi di storia e che lasciano mai indifferenti i loro visitatori in quanto impregnati di emozioni e dolore.
Per entrare al campo di Auschwitz è necessario prenotare un biglietto con anticipo perchè molto visitato e di profondo interesse per i turisti di tutto il mondo, mentre Birkenau ha accesso libero e si può raggiungere tramite navetta che passa ogni 20 minuti da Auschwitz.
Per quanto riguarda le visite guidate, non è obbligatorio usufruire di questo servizio, ma in quel caso l’accesso al campo di Auschwitz è consentito solo tra le 7.30 e le 10 o dopo le 16.

Cracovia

Situata a Sud del Paese, al confine con Slovacchia e Repubblica Ceca, Cracovia è probabilmente la città più visitata di tutta la Polonia.
Il centro, con strascichi ancora medievali e per questo detto “Città Vecchia”, si snoda attorno a Rynek Glòwny in cui vi sono il Mercato dei Tessuti e la Basilica gotica di Santa Maria.
Da non perdere sono anche il Castello di Wawel, le Miniere di Sale di Wieliczka, la Fabbrica di Schindler e il quartiere ebraico.

Visto? La Polonia è un Paese dalle mille risorse e, soprattutto, inesplorate! Ecco perchè, per sfuggire alla ressa dei classici posti turistici, questo viaggio vi regalerà emozioni uniche.

Piazza del Mercato

Come raggiungere la Polonia dall’Italia

Uno degli aspetti importanti da pianificare bene prima del viaggio soprattutto per risparmiare è come raggiungere la nostra destinazione, nella maniera più comoda e conveniente possibile.
Per raggiungere la Polonia dall’Italia e partire all’esplorazione di questi fantastici luoghi, l’aereo il mezzo migliore ed ovviamente il più rapido per arrivarci. Devi sapere dunque che il principale aeroporto in Polonia è quello della capitale Varsavia.
Dall’italia sono disponibili voli diretti da Bergamo Orio al Serio volando con la compagnia low cost Ryanair.
Nel caso decidessi di partire da Bergamo, un consiglio utile è quello di prenotare in anticipo rispetto al giorno della partenza, anche il parcheggio aeroporto Bergamo Orio al Serio esattamente come per i voli infatti in questo modo puoi non solo pagare molto meno sul prezzo della sosta, ma soprattutto scegliere con calma il posto auto che meglio si addice alle tue esigenze, evitando inoltre lo stress di cercare un posteggio poco prima del volo.

In ogni caso ti auguriamo un buon viaggio alla scoperta delle meraviglie della Polonia!


Articolo in collaborazione con Vologio

You may also like

Leave a Comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: